La Top 100 dei sommelier milanesi - Milano Wine Week 2022

La Top 100 dei sommelier milanesi

Una gran selezione di 100 etichette realizzata per la Milano Wine Week da 21 Sommelier della ristorazione stellata e del fine dining milanese per raccontare un mestiere, la loro identità e la loro idea di vino.

Tanti stili, differenti personalità. La novità firmata Milano Wine Week 2022 è stata Milano Wine List, un evento esclusivo che ha chiuso la quinta edizione della Settimana milanese del Vino.

Nelle meravigliose sale del piano napoleonico di Palazzo Serbelloni a Milano, 21 Sommelier dell’alta ristorazione milanese hanno presentato alcune tra le migliori referenze in campo vitivinicolo. Una Wine List di 100 etichette accuratamente selezionate a partire dalle quali raccontare il valore di un mestiere, creare inedite sinergie, spalancare le porte del mondo del vino alla città di Milano.

L’evento ha permesso ai professionisti del settore e appassionati di confrontarsi per vivere un’esperienza ancora più inclusiva e coinvolgente. Ma soprattutto ha permesso loro di porre l’attenzione su un lavoro che non si limita alla ristorazione, ma che è un anello di congiunzione fondamentale tra produttore e consumatore. Troppo spesso messi in secondo piano rispetto al valore della sala nel suo complesso, sono proprio i Sommelier che quotidianamente raccontano al pubblico etichette nuove, grandi vini e le eccellenze del panorama nazionale ed internazionale, appassionando, incuriosendo, guidando la scelta di esperti e neofiti alla scoperta di territori, abbinamenti e storie.

“Wine List è stata l’occasione per dare finalmente voce al ruolo di una figura centrale, ponte tra mondi paralleli e complementari, tra produzione enologica, ristorazione e consumatore – spiega Federico Gordini, fondatore e presidente della Milano Wine Week – il nostro obiettivo è porre al centro il ruolo di questi professionisti che meritano ancora più visibilità, soprattutto in un momento in cui si registra una crisi della vocazione nel settore della sala. Metterli in luce significa lanciare dunque un messaggio forte, soprattutto verso le nuove generazioni che, scegliendo questa professione, possono avere una grande occasione di affermazione professionale. Prova ne sia l’età media dei 21 sommelier che hanno animato la Wine List, quasi tutti e tutte sotto i 40 anni e tantissimi anche sotto i 30 anni. Siamo partiti da Milano – continua Gordini – grazie al grande lavoro di squadra costruito da Paolo Porfidio – e ora – visto il successo dell’iniziativa spostiamo il focus del progetto in ambito nazionale.Nel 2023 l’obiettivo di Wine List sarà quello di coinvolgere figure di spicco della sommellerie di tutte le regioni italiane con un percorso di eventi e comunicazione che avrà come traguardo la Milano Wine Week 2023 che ospiterà al suo interno il primo evento Wine List nazionale con la partecipazione di una selezione di 100 top sommelier italiani. Un progetto che – accostandosi ai Premi Carte Vini Italia e Selezione Retail – testimonia l’attenzione della nostra manifestazione nei confronti dei grandi professionisti della sala e della selezione vinicola. Professionisti che divengono un modello esemplare per le nuove generazioni in un momento nel quale è sempre più evidente una crisi vocazionale nei confronti delle professioni di sala. Anche per questo durante la Milano Wine Week creeremo dei momenti di incontro tra i grandi sommelier e i più giovani interessati a lavorare nel mondo dell’ospitalità, tra coloro che ce l’hanno fatta a chi ambisce a fare un lavoro sì duro ma ricco di soddisfazione. Credo sia necessario partire da momenti di confronto per rilanciare una professione e formare una nuova generazione di protagonisti della sala e della cantina”.

I Sommelier e le 100 Etichette Protagoniste:

Paolo Porfidio | Hotel Excelsior Gallia

Champagne Blanc de Blancs Grand Cru, Bruno Paillard, S.a.

Chardonnay, Parcella 146, I Parcellari 2020

Amarone Classico, Allegrini, 2017

La Pineta, Podere Monastero, 2019

Migliorè, Vallepicciola, 2019

Etna Rosso Barbagalli, Pietradolce, 2016

Brunello di Montalcino, Riserva “Poggio al Vento”, Col d’Orcia, 2013

Franciacorta Bollicine Palazzo Lana Extreme, Berlucchi, 2010

Manuele Pirovano | D’O Davide Oldani

Barolo Alba, Vajra, 2018

Vermentino Shar, Concaentosa, 2020

Loira Bianco Coteaux Du Layon 1er Cru Chaume, Domaine des Forges, 2019

Veneto, Rosso Valpolicella Doc, Incanto Gourmet, 2018

D’O Champagne Selectionne par Manuele Pirovano, Jean-Baptiste Martin s.a.,

Monsieur Martis Rosè, Maso Martis, 2021

Chablis, Drouhin, 2020

Château Galoupet Rosè, Château Galoupet, 2021

Jessica Rocchi | Andrea Aprea

Gavi Pisé Docg, La Raia, 2018

Segreto Verde Anfora, Imperatori, 2020

Blanc de Noirs, Pisoni, 2018

Cirò Rosso Riserva, A Vita, 2016

Moscato di Scanzo DOCG, Maurizio Pagnoncelli, 2017

I fiori di Leonie, Zorgettig, 2019

Lorenza Panzera | Hotel Four Seasons

Poiema, Eugenio Rosi, 2019

Pinot Nero San Giobbe, La Costa, 2019

San Martino della Battaglia Campo del Soglio, Selva Capuzza, 2020

Petite Arvine, Ottin, 2020

Passito delle Dolomiti, Bellaveder, 2019

Metodo Classico Extra Brut Quattrocento 40 Lune, Nicola Gatta, S.a.

Pinto Nero, Manincor, 2020

Mario Ippoliti | Sadler

Barbaresco Paje, Boffa, 2019

Trebbiano d’Abruzzo, Bossa Nova, 2021

Amante dei Venti, Cian du Giorgi, 2020

Cabernet Sauvignon, Omina Romana, 2016

Cremè Metodo Classico, Moretvini, S.a.

Blanc de Blancs, Cristophe Michel, S.a.

Timorasso Cantico, Daglio, 2018

Antonio Di Mora | Joia

Malvasia Sorriso di Cielo, La Tosa, 2021

Chianti Classico Riserva Caparsino, Caparsa, 2017

Pinot Bianco Athesisi, Kettmeir, 2021

Vino Indole, FloraMi, 2019

Chianti Classico, Castello di Meleto, 2020

Gianluca Sanso | Cracco

Oltrepò Pavese Pas Dosè Pinot Nero Metodo Classico, Casa Zuffada, 2018

Trebbiano Fiammarossa, Az. Agricola Vistamare, 2020

Pinot Nero, Lechburg, 2019

Foehn Rouge, Cave Monaja, 2019

Piemonte Bianco, Cascina Montagnola, 2019

Origine Extra Brut, Cossy, S.a.

Giacomo Morlacchi | Anima – Milano Verticale

Soave Montefiorentine, Ca Rugate, 2021

Brichet Barbere d’Alba, Ca Viola, 2020

Ribolla Opoka, Marjan Simcic, 2019

Ros di Buri Merlot, Meroi, 2019

Extra Brut Blanc de noirs, Maurice Grumier, S.a.

Etna Rosso Alta Mora Feudo di Mezzo, Cusumano, 2017

Alberto Tasinato | Alchimia

Blanc de Blancs MGM, Bellavista, 2014

Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, Masottina, 2019

Sangiovese Rubicone Igt “Guiry”, Tenuta Mara, 2020

“Talis” Pinot Bianco Collio, Venica&Venica, 2021

Villa Gemma Montepulciano d’Abruzzo Riserva Special Edition, Masciarelli, 2015

Barolo “Le Cinque Vigne”, Damilano, 2018

Luca Bertè | Berton

Barolo Prapò, Davide Fregonese, 2016

Tardivo ma non Tardo, Santa Barbara, 2019

Brunello di Montalcino, Le Potazzine, 2017

Casa Breccetto, Nadar, 2021

Cuvée Annamaria Clementi, Ca’ del Bosco, 2014

Mara Vicelli | Hotel Principe di Savoia

Malvasia Nera, Capannelle, 2018

Orma, Tenuta Setteponti, 2019

Fiore del Sasso Vermentino, La Contralta, 2020

Barolo Sarmassa, Marchesi di Barolo, 2017

Trento Doc Perlè Bianco, Ferrari, 2015

Trento Doc Rosè, Revi, 2018

Lorenzo Alberti | Hotel Park Hyatt

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva “Rincrocca”, La Staffa, 2019

Etna Rosso Qubba, Monteleone, 2019

Silvio Toselli | Daniel Canzian

Conegliano Valdobbiadene Brut Nature Sui Lieviti, Fondo due Valli, 2020

Cirò rosso Classico Superiore DOC, Cantina Scala, 2021

Filippo Scarparo | 10 Corso Como

Torque, Dalle ore, 2017

Be’ Luna, Bentu Luna, 2019

Marco Spini | Ba Restaurant

Troy, Tramin, 2019

Oratorio di San Lorenzo, Inama, 2017

Noir Pinot Nero, Tenuta Mazzolino, 2018

Isidor, Vignaiolo Fanti, 2019

Claudio Baggini | Antica Osteria del Ponte

Valtellina Superiore Grumello “Rocca de Piro”, AR.PE.PE, 2017

Grillo “Lalùci”, Baglio del Cristo di Campobello, 2021

Io per Te, Prime Alture , S.a.

Leandro Cunha | Eugenio Boer

Franciacorta Boschedòr Extra Brut, Soc. Agr. Bosio, 2017

Collio Doc “Mario Schiopetto”, Schioppeto, 2016

Marengo Mauro Azienda Vit., 2013

Franciacorta Pinònero Natura, Contadi Castaldi, 2015

Colli di Luni Vermentino Cavagino, Cantina Lvnae, 2021

Pinot Nero Bricco del Falco, Isolabella della Croce, 2017

Andrea Gaito | Sine

Asprinio d’Aversa Trentapioli, Salvatore Martusciello, 2021

Pinot Nero Poggio Pelato, Tenuta il Bosco, 2018

Christian Scarica | Affinatore

Barolo Ceretta, Prunotto, 2017

Mersault Monopole Clos de Meix Chavaux, Francois Gaunoux, 2019

Cuvée Extra Brut Carré Or, Sylvie Moreau 2009, (40% Solera 1963)

Grand Cru Mineralis, Louis Massing, S.a.

Rosso del Sebino Zuanne, Bellavista, 2018

Egidio Giovannini | Mu Dim Sum

Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese DOC “Ad Ognuno il suo Viaggio”, Tenuta Belvedere, 2015

“Giuncaro”, Santa Caterina, 2020

Jera, Mitterberg Weingut Befehlhof, 2021

Vigneti delle Dolomiti Bronner, Thomas Niedermayr, 2018

Giovanni Annunziata | Vesta Fiorichiari

Flors di Uis, Vie di Romans, 2020

 

Generated by Feedzy