Consorzio Franciacorta, a Milano il talk “Terra, le radici della cultura”

L’importanza di cibo e vino quali elementi chiave della cultura italiana. Svelata anche la data e la location della presentazione della Guida Michelin 2024

“Terra, le radici della cultura”, il talk che si è svolto questa mattina, lunedì 11 settembre, a Milano organizzato dal Consorzio Franciacorta alla vigilia della quattordicesima edizione del Festival Franciacorta in Cantina che si terrà sabato 16 e domenica 17 settembre e che vede coinvolte più di 60 cantine aperte e oltre 170 eventi distribuiti in 19 comuni, è stato partecipato da chef stellati e personaggi di primissimo piano in ambito culturale ed enogastronomico. In occasione del ricco palinsesto di eventi per Bergamo Brescia 2023 Capitale Italiana della Cultura – per la prima volta assegnato a due città italiane, entrambe dall’importante tradizione enogastronomica – il Consorzio Franciacorta, Destination Partner della Guida MICHELIN Italia da tre anni, ha voluto intavolare un dibattito proprio sull’importanza di cibo e vino come elementi chiave della cultura italiana, che affondano le proprie radici nel territorio – e nella terra – e che ne esprimono ideali, identità e stili di vita.

Tra questi, gli chef Enrico Bartolini, Andrea Berton, Enrico Cerea, Stefano Cerveni, Carlo Cracco, Davide Oldani, Nadia Santini e Riccardo Scalvinoni. Insieme a loro, anche Silvano Brescianini, Presidente di Consorzio Franciacorta, Marco Do, direttore comunicazione di Michelin, Maddalena Fossati, direttrice de La Cucina Italiana, Chiara Maci, blogger, Edoardo Monti, mecenate e fondatore di Palazzo Monti e Matteo Zoppas, Presidente di ICE.

Come ha sottolineato il Presidente Silvano Brescianini, «noi italiani siamo assuefatti dalla bellezza, storica e culturale, del nostro Paese al punto tale che spesso non sappiamo darle valore: siamo tutti cresciuti con cose “buone” e conoscere e apprezzare la nostra cultura ci porta a creare prodotti che vengono riconosciuti e premiati in tutto il mondo, valorizzando ancora di più la cucina italiana».

Per Matteo Zoppas, “da sempre, essere italiani e diffondere il “Made in Italy” all’estero significa portare con sé il gusto, la passione e la tradizione culinaria di una terra ricca di storia e sapori straordinari. Questo implica incarnare un’eccellenza ineguagliabile nell’enogastronomia, un lustro che ogni giorno il mondo ci riconosce.”

Maddalena Fossati ha mostrato tutto l’orgoglio – e la speranza – legati alla candidatura della cucina italiana a patrimonio dell’UNESCO: «La parte più difficile l’abbiamo fatta. Ora si tratta di lavorare insieme seguendo la stessa narrativa e identificare un concetto comune di cucina italiana. E sento che ce la faremo».

Forte di una tradizione ormai secolare, Marco Do con modestia ha specificato che la Guida Michelin – lungi dal voler essere una “bibbia”, come spesso viene definita – è però «una guida realmente affidabile per i viaggiatori, che non solo mangiano nei ristoranti segnalati ma dormono, visitano luoghi e creano indotto per tutto il territorio». 

Passando agli chef presenti al dibattito, Davide Oldani, iper sostenitore da sempre della stagionalità dei prodotti, ammette di essersi aperto a un concerto di modernità, che include anche «la coltivazione idroponica e aeroponica», e sottolinea quanto sia importante «tornare a un concetto di human sustainability, con una gestione corretta dell’ambiente ma anche del capitale umano». Lui, in primis, mette in pratica questo concetto grazie «alla costanza nell’essere presente con i ragazzi che frequentano la mia scuola». Stefano Cerveni tiene invece molto al tema della collaborazione nella sostenibilità: «Bisogna creare una grande squadra di tutta la filiera che collabori affinché tutti possano trarvi beneficio», sottolineando quanto «anche un piatto semplice ma fatto con amore è impossibile che non venga percepito dall’ospite».

Nadia Santini riprende il concetto di cucina umanistica, a lei molto caro, ricordando a tutta la platea che «non abbiamo la terra in eredità dai padri, ma in prestito dai figli» ed è responsabilità di tutta la filiera «prendersene cura».

Enrico Bartolini pone l’accento sul compito degli chef, al di là del saper cucinare, ma nel dover «essere ambasciatori e persone per bene. Nel concetto del buon servizio c’è anche l’accogliere i ragazzi più giovani e rassicurarli sul futuro».

L’importanza delle tradizioni è invece il focus di Andrea Berton, che spiega quanto «anche il passato sia molto importante, perché racchiude la conoscenza per sviluppare concetti diretti verso il futuro».

Enrico Cerea pone l’attenzione sulla fortuna che hanno gli chef che lavorano in Italia, spiegando che «siamo proprio nati nel paese giusto» e sull’orgoglio di riuscire a fidelizzare i clienti «che a volte diventano anche amici» al proprio ristorante.

Sullo stesso tema, anche Riccardo Scalvinoni aggiunge quanto la Franciacorta, con i suoi prodotti e i suoi vini, sia «un posto incredibile, visitato per mille motivi dai turisti di tutto il mondo».

L’importanza di avere un briciolo di follia è il messaggio di Carlo Cracco, il quale spiega che nel mondo della ristorazione «tutto è possibile, basta crederci». Lo chef pone l’attenzione anche sul tema della «concorrenza, che è utile a tutti e spinge a fare sempre meglio».

Chiara Maci sottolinea quanto sia indispensabile il web come mezzo per veicolare temi legati alla cucina: lei stessa ha cominciato 13 anni fa con questo «strumento incredibile, è pazzesco pensare di pubblicare una ricetta dall’Italia che viene subito vista in tempo reale anche in Giappone, stimolando curiosità e volontà di imitazione».

Il valore inestimabile del poter dialogare direttamente con chef, produttori e imbottigliatori è sottolineato da Edoardo Monti, il quale, ospitando artisti sempre diversi nel suo Palazzo Monti, resta «affascinato nel vedere come la terra di origine di ognuno influenzi la cucina quotidiana e contamini in qualche modo quella degli altri».

Svelate durante il talk anche la data e la location della presentazione della Guida Michelin 2024: si svolgerà il 14 novembre presso il Teatro Grande di Brescia, occasione nella quale sarà rivelato anche il vincitore del premio speciale Michelin Sommelier 2024 che sarà offerto dal Consorzio Franciacorta. Un’occasione da non perdere per conoscere le eccellenze del nostro Paese, che in quanto a “cultura” – non solo enogastronomica – ha sempre avuto un ruolo di primissimo piano.

E la scelta di Brescia, non è certo occasionale: qui e soprattutto in Franciacorta la cultura del mangiare e del bere bene è di casa, tra viti e vitigni di grande pregio, mastri distillatori e una ricca e varia produzione di salumi, pasta artigianale, oli e formaggi. E grazie all’operosità dei suoi abitanti, questa provincia che si snoda tra pianura e collina offre alcuni tra i migliori prodotti in tutti i settori enogastronomici d’eccellenza.

«La Guida Michelin mantiene oggi, come all’inizio della sua storia, immutata la sua missione: accompagnare il viaggiatore rendendo la sua esperienza sempre migliore», ha dichiarato Marco Do. «Per questo gli ispettori della Guida Michelin ogni anno percorrono il territorio di tutta la penisola e delle isole alla ricerca delle migliori proposte gastronomiche da consigliare ai viaggiatori».

«Siamo lieti di aver stimolato, ancora una volta, un dibattito su temi così importanti, come alimentazione, cultura e stili di vita», ha spiegato Silvano Brescianini, Presidente del Consorzio Franciacorta. «Queste sono aree da sempre molto amate e frequentate dal punto di vista turistico, italiano e non, perché qui i viaggiatori, anche i più esigenti, non trovano solo una ricca varietà di paesaggi – dai laghi alle colline, passando per pianure e montagne – che accontentano tutti i gusti, ma anche sapori autentici legati all’enogastronomia locale, che presenta diverse eccellenze e peculiarità. Inoltre, la presentazione della nuova Guida Michelin a Brescia è volta a ribadire, ancora una volta, l’importanza di questa città nel panorama enogastronomico nazionale e globale».

«Regione Lombardia ha ben chiaro il compito che spetta alle istituzioni in questo momento storico: custodire l’identità, supportando agricoltori, trasformatori, commercianti e ristoratori nella promozione delle nostre eccellenze», ha commentato l’assessore all’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste Alessandro Beduschi. «È con il loro lavoro quotidiano che si contribuisce ad alimentare il successo senza uguali dei prodotti e di un modo unico di proporli, sia in Italia sia all’estero. Un tesoro di cui queste categorie sono le prime custodi, facendo dell’enogastronomia la prima ambasciatrice del Made in Italy, ovunque».

Con la collaborazione di tutta la filiera, le radici ben salde nella tradizione e lo spirito rivolto verso al futuro, possiamo affermare con orgoglio che i prodotti enogastronomici del Made in Italy, che hanno reso così importante il nostro Paese nel mondo, continueranno ad affascinare e conquistare sempre più consumatori, consapevoli del loro valore e della loro eccellenza.

Newsletter Consumer

Newsletter B2B

Tre Stelle

DAL PESCATORE***
Runate – Mantova

PIAZZA DUOMO*** 
Alba – Cuneo

DA VITTORIO *** 
Brusaporto – Bergamo

VILLA CRESPI*** 
Orta San Giulio – Novara

Due Stelle

HARRY’S PICCOLO**
Trieste

D’O**
Cornaredo – Milano

CASTEL FINEDINING RESTAURANT**
Dorf Tirolo – Merano – Bolzano


Una Stella

PIAZZETTA MILÚ*
Castellammare di Stabia – Napoli

LUX LUCIS RISTORANTE*
Forte dei Marmi – Lucca

VILLA MAIELLA*
Guardiagrele – Chieti

RISTORANTE CRACCO IN GALLERIA*
Milano

RISTORANTE IL GALLO CEDRONE*
Madonna di Campiglio – Trento

DEL CAMBIO*
Torino

IL DESCO*
Verona

DUE COLOMBE*
Borgonato – Brescia

RISTORANTE BORGO SAN JACOPO*
Firenze

MATERIAPRIMA*
Pontinia – Latina

 
Ristorante etnici – Fusion

BA RESTAURANT
Milano

NOBU
Milano

MOI OMAKASE
Prato



Fine Dining

FOCOLARE
Livigno – Sondrio

AL MALÓ CUCINA E MISCELAZIONE
Rovato – Brescia

ENOTECA BRUNI
Firenze

A_GRILLO RESTAURANT & WINE
Imperia

RISTORANTE UMBERTO A MARE
Forio – Napoli

RISTORANTE BILACUS
Bellagio – Como

QUELLENHOF GOURMETSTUBE 1897
San Martino – Bolzano

SENSO LAKE GARDA BY ALFIO GHEZZI 
Limone Sul Garda – Brescia

RISTORANTE DEL LAGO
Bagno di Romagna – Forlì-Cesena

BLEND 4
Azzate – Varese

Osterie – Trattorie

TRATTORIA DI CORONATE
Morimondo – Milano

TRATTORIA VISCONTI
Ambivere – Bergamo

LO STUZZICHINO
Massa Lubrense – Napoli

ABRAXAS OSTERIA
Pozzuoli – Napoli

RISTORANTE CONSORZIO
Torino

TRATTORIA FALCONI
Ponteranica – Bergamo

TRATTORIA SERENELLA LE TRE LASAGNE
Vignale Monferrato – Alessandria

TRATTORIA DI CAMPAGNA
Sarre – Aosta

LA SALA DEL VINO
Milano

CANTINA PIEMONTESE
Milano

 

Bistrot

ENOTECA MALANDRINA
Valeggio Sul Mincio – Verona

LA PIOLA
Alba – Cuneo 

EL MOLIN BISTROT
Cavalese – Trento

EST ENOSTERIA SOCIALE
Milano 

LUCIANO CUCINA ITALIANA 
Roma

BLOW UP ENOTECA & CAFÈ BISTROT
Lainate – Milano

RISTORANTE CAFFÈ DELL’ORO
Firenze

FABBRICA ENOTECA RISTORANTE
Vibo Valentia

#PERMEEUGUALE BY FOOD FIGHT CLUB
Bologna

DAL ZOVO CANTINA & BISTROT
Verona

 

Wine bar

ENOTECA BALDI
Panzano in Chianti – Firenze

TAVERNA DEL GUSTO
Piacenza

IL  WINE BAR TRIMANI
Roma

VINIAMO ENOLAB FOLIGNO
Foligno – Perugia

DI SOTTO WINE BAR
Rende – Cosenza

ENOTECA ASSETATI
Asti

FLOR
Milano

BRYLLA 
Milano

ENOTECA QUATTRORUOTE
Montalto di Castro – Viterbo

ANTICO CAFFÈ
Calestano – Parma

 

Ristorante di Hotel

HOTEL PLAN DE GRALBA
Selva di Val Gardena – Bolzano

RISTORANTE BORGO ANTICO VILLA QUARANTA
Pescantina – Verona

FIOCCO DI NEVE RELAIS E SPA 
Limone Piemonte – Cuneo

ALDENTE RESTAURANT
Aosta

RISTORANTE SAINT HUBERTUS RESORT
Breuil-Cervinia

RESORT NANDO AL PALLONE
Vitorchiano – Viterbo

CYPRIANERHOF DOLOMIT RESORT
Tires – Bolzano

RISTORANTE “LE JARDIN DE RUSSIE”  PRESSO HOTEL DE RUSSIE
Roma

THERASIA RESORT SEA & SPA
Isola di Vulcano – Messina

RELAIS & CHÂTEAUX CASTEL FRAGSBURG 
Merano – Bolzano

 

Pizzeria

LA PIEDIGROTTA VARESE
Varese

TRAPIZZINO
Roma

QUATTRO GATTI
Verdello – Bergamo

BOLLE PIZZERIA IN CANTINA
Monza

IL CORSO BOLZANO – PIZZERIA CONTEMPORANEA
Bolzano

DA EZIO
Alano di Piave – Belluno

VICO PIZZA & WINE
Roma

PIZZERIA GALILEO GALILEI
Trani – Barletta-Andria-Trani

S’OSTERIA 38
Acquapendente -Viterbo


Enoteca

PECK
Milano

 

Distribuzione

PELLEGRINI S.P.A.

 
Wine Shop online

VINO.COM

 

Catena di ristorazione

EATALY SMERALDO
Italia

BEST ITALIAN WINE SELECTION

RPM RESTAURANT 
Las Vegas, USA

ENOTECA RIVIERA 
Zurigo, Svizzera

DIVINO
Bangkok, Thailandia,

8 ½ OTTO E MEZZO BOMBANA
Hong Kong

IL FIORINO
New York, USA

PARK CHINOIS
Londra, Inghilterra

VINERIA DEL PONTE 
Lubiana, Slovenia

HAY WINES  
Londra, Inghilterra


PREMI SPECIALI

 

PREMIO SPECIALE PROSECCO DOC MIGLIOR SOMMELIER DELL’ANNO 2023

MARCO REITANO
LA PERGOLA*** ROME CAVALIERI – A WALDORF ASTORIA HOTEL, ROMA

 

PREMIO SPECIALE FRECCIANERA ALLA MIGLIOR CARTA DEI VINI SELEZIONE BOLLICINE

ALBERTO TASINATO
RISTORANTE L’ALCHIMIA* MILANO

 

PREMIO SPECIALE VENDEMMIE “MIGLIOR SOMMELIER UNDER 30 2023”

JESSICA ROCCHI
Ristorante Andrea Aprea* Milano

 

PREMIO SPECIALE ALLA CARRIERA “ECCELLENZA ITALIANA”

DAVIDE RAMPELLO
Direttore Artistico e Manager Culturale

 

PREMIO SPECIALE CARREFOUR – ANNATA 2.0: UN NUOVO LINGUAGGIO DEL VINO

Zonin 1821

 

PREMIO SPECIALE VENDEMMIE “INNOVAZIONE E CONTEMPORANEITÀ”

WINESTORE – BOLZANO



Tre Stelle

Piazza Duomo
Le Calandre
Enoteca Pinchiorri


Due Stelle

La Peca
Castel Finedining Restaurant
D.O


Una Stella

D.One Ristorante Diffuso
Borgo San Jacopo
Romano
Ristorante La Bandiera
Piazzetta Milu’
Inkiostro
Aminta Resort
Per Me – Giulio Terrinoni
Osteria Di Passignano
Villa Maiella


Fine Dining

Blend4
Osteria Le Logge
Ristorante Opera Torino
La Bullona
Summit Restaurant
Enoteca Bruni
Langosteria
Senso Lake Garda
Cucine Nervi
Immorale
La Bottega Di Parigi


Osterie – Trattorie

Ciz Cantina E Cucina
Osteria Dal Cinon
Caffe’ La Crepa
Il Santo Bevitore
Trattoria Falconi
Fattoria Conca D’oro
Locanda Belvedere
Osteria La Coniglio Bianco
Osteria A Porto D’oglio


Bistrot

Villa Garassino
3k Wine
142 Restaurant
Caffe! Dante
Franceschetta 58
Biosserì
Al Carroponte
El Molin
Mix Bistrot


Wine bar

Dal Zovo
Brylla
Enoteca Baldi
Tannico Wine Bar
Vineria Portofranco
Antico Caffe
Helena Wine Boutique
Disotto Winebar
Sala Del Vino
Il Wine Bar Trimani
Le Volpi E L’uva


Ristorante di Hotel

Capofaro Locanda E Malvasia
Baita Fraina
Ristorante Posta Marcucci
Ristorante Borgo Antico
Antica Dimora Del Gruccione
Agriturismo Ferdy
Engel Gourmet
Therasia Resort


Pizzeria

Grigoris
Sant’isidoro


Ristorante etnici – Fusion

L’angelo Cucina Fusion
Ba Restaurant
Cinta Rasa
Nojo
Serendepico
Moi Omakase
Bad Schörgau

Enoteca

Taverne Del Gusto
Vinoteca Al Chianti
Enoteca Decantami
Roscioli

Distribuzione

Partesa
Pellegrini
Le Caves Des Pyrenne


Supermercati

Esselunga
Iper (Rozzano)


Wine Shop online

Tannico
3kwine


Catena di ristorazione

Signorvino
Trapizzino

Tre Stelle

St. Hubertus
Enoteca Pinchiorri


Due Stelle

Ristorante Caino
Ristorante Il Pagliaccio
Dani’ Maison
Harry’s Piccolo
Antica osteria Da Cera
La Madernassa Ristorante & Resort
La Trota
Terra
Castel Fine Dining Restaurant


Una Stella

Del Cambio
Trattoria al Cacciatore de La Subida
Re Maurì
La Bandiera
La Caravella dal 1959 Ristorante-Museo
Hyle
Apostelstube
Piazzetta Milù
Ristorante Il Pellicano


Fine Dining

Langosteria
Le Petit Bellevue e il ristorante Bellevue con la sua terrazza
Ristorante Andrea Aprea
Ristorante del Lago
Wood
Blend4
Enoteca Bruni
Ristorante 3K
Rinaldi al Quirinale
Ristorante Miil


Osterie – Trattorie

Enoteca Marcucci
Abraxas Osteria
Trattoria di Coronate
Trattoria di Campagna
Ciz Cantina e Cucina
Civico 25
Trattoria Serenella Le Tre Lasagne
La Brinca
Enoteca della Valpolicella
Trattoria Falconi


Bistrot

Al Carroponte
Luogo Divino Wine Bistrot
Franceschetta 58
Luciano Cucina Italiana
El Molin Bistrot
Taverna dal Conte
uovodiseppia Milano
Cucina.Eat
Mix Bistrot
Caffè dell’Oro


Wine bar

Enoteca Baldi
Taverna Del Gusto
La Sala Del Vino
Enoteca Quattroruote
Antico caffè
Onest
Di sotto Wine Bar
Helena
Il Wine Bar Trimani
Cafè Demetz


Ristorante di Hotel

Ristorante L’Angolo D’Abruzzo
Therasia Resort Sea & Spa
Fiocco di Neve Relais & Spa
AO Restaurant
Santre Dolomyths Home
Winkler Hotels
Hotel Quelle
Pineta Nature Resort
Hotel Plan de Gralba
Hotel la Perla


Pizzeria

Pizzeria Salvo
Trapizzino La Vineria
Il Casaletto Agripizzeria
Da Ezio
Enosteria Lipen
Apogeo
Vurria
Il Corso
Ristorante Pizzeria dell’Angolo


Ristorante etnici – Fusion

Moi Omakase
Mu Dim Sum
Gong Oriental Attitude
Ristorante Serendepico
Cinta Rasa
Ba Restaurant
Bentoteca Milano

 


Enoteca

Vinoteca al Chianti


Distribuzione

Pellegrini


Wine Shop online

3K Wine


Catena di ristorazione

Trapizzino