CHAMPIONS WINE: Napoli-Juventus, Argentina, Etna e riscossa del Sud

Superata l’emozione dell’esordio, per Champions Wine è tempo di stappare la diciottesima giornata di serie A con Napoli-Juventus, che per la gioia di Robert Smith e dei Cure si giocherà di venerdì. Il Napoli ci arriva con il titolo di campione di inverno in tasca, noi invece non dimentichiamo di portare una buona bottiglia di vino per assaporare le mille sfumature di una partita che ormai è diventata un classico della Serie A. Non sappiamo quale vino portare? Beh, per fare una gran bella figura c’è sempre Champions Wine!

di Raffaele Cumani & Antonio Cardarelli

Scegliere da dove partire per raccontare una partita così non è facile, ma ci proviamo. Come nelle storie più belle si parte da molto, molto lontano. Dall’altra parte del mondo, dall’Argentina. Già, perché nella storia di Napoli e Juve c’è un numero 10 argentino in comune per veri eno-calciofili: Omar Sivori. Tocco rapido alla Messi, calzettone abbassato alla Dybala, ma carattere alla Maradona: Sivori vince tre Scudetti con la Juve, poi quando il paraguaiano Herrera lo tratta come un giocatore qualsiasi, e non come il fuoriclasse che è, se ne va al Napoli. Ecco un video – niente di meno che dell’Istituto Luce! –  in cui viene omaggiato insieme ai compagni al San Paolo (l’ex stadio Diego Armando Maradona, ci arriviamo).

Sotto il Vesuvio regala altre magie, ma durante una partita contro la Juve si fa cacciare, becca una maxi-squalifica e dice addio al calcio. Non a caso lo chiamavano El Cabezon, il testone. Il compagno d’attacco di Omar Sivori nel Napoli era il brasiliano José Altafini, il core ‘ngrato originale che non solo passerà dal Napoli alla Juve, ma segnerà anche un gol decisivo per lo Scudetto proprio contro il Napoli. Etichetta, quella di core ‘ngrato passato alla Juve, poi raccolta dal Pipita Higuain, altro attaccante argentino per palati fini che segnerà – ed esulterà – proprio contro la sua vecchia squadra.

Quante storie per Napoli-Juve, e quante se ne scriveranno ancora…

Argentini e ancora argentini, per gli amanti del nettare di Bacco bisognerebbe raccontare di Mendoza, di Patagonia, di malbec, dei vini della “fine del mondo” diventati mitici (quasi) quanto i giocatori della seleccion albiceleste.  E invece noi torniamo in Italia, perché forse il punto giusto per partire, ci abbiamo ripensato, è un po’ più recente. Novembre 1985, interno area di rigore dello stadio San Paolo. Punizione a (troppi) pochi metri dalla porta, Diego Armando Maradona – proprio lui, quello dello stadio, il 10 argentino per eccellenza per chi è cresciuto quando il “fu” campionato più bello del mondo “era” il campionato più bello del mondo – sfiora il pallone e lo mette sotto l’incrocio e, mentre Tacconi è ancora inutilmente in volo, passa a ritirare la Laurea Honoris Causa in Fisica. Solo lui poteva segnare da lì, guardare per credere.

Già solo per degustare questa punizione con bacio accademico servirebbe un vino da 30 e lode che forse nemmeno esiste!

 

 

Noi però proveremo un abbinamento per prossimità, con un bianco speciale che raccoglie l’anima del Vesuvio, il primo “cru” proveniente da quel vulcano che di Napoli è sfondo e simbolo nel mondo.
Il Contradae 61·37 di casa Setaro, uve autoctone e “tiro” internazionale, minerale, esplosivo e sferzante come l’anima del luogo.

 

Ma torniamo alla punizione, perché abbiamo scelto questo gol, che alla fine non sarà neanche decisivo per lo Scudetto che quell’anno andrà proprio alla Juve del Trap?
Perché forse in quel momento il Napoli capisce che, sì, lo Scudetto può provare a vincerlo. Non solo il Tricolore può scendere più giù di Milano o Torino, ma può addirittura superare Roma e tuffarsi nel Meridione d’Italia. In quel momento parte la riscossa – calcistica – del Sud!

Nell’anno della famosa punizione il Napoli finisce terzo in classifica. Ma a settembre del 1986 dal Messico torna un Maradona in versione Subcomandante, fresco campione del Mondo, l’uomo che da solo, in cinque minuti, ha simbolicamente riscattato l’Argentina umiliata dall’Inghilterra della Thatcher alle Falkland.

Anche qui Sud contro Nord, portaerei e caccia battuti prima dalla Mano de Dios e poi dal gol del secolo, che qui vi proponiamo con la più bella delle telecronache: quella dell’uruguagio Victor Hugo Morales.

“Dios Santo, viva el futbol!” grida il telecronista e a quel punto El Pibe de Oro è pronto a ribaltare anche le gerarchie della Serie A, a capovolgere i poli, a far diventare il Sud il nuovo Nord. E ci riesce, non una sola volta, ma due.

La storia di Maradona incrocia quella di un altro giocatore che, almeno per un’estate, è stato il simbolo della riscossa calcistica del Sud: Totò Schillaci. Un incrocio che poteva avvenire in una sola città: Napoli.

E durante un’estate particolare, quella del 1990, l’estate in cui tutto per l’Italia e per gli italiani sembrava possibile, quella in cui la fortuna finalmente sembrava dalla nostra parte. Perché Totò da Messina, simbolo dell’innata fiducia degli italiani per le svolte improvvise, la metteva dentro in ogni modo, tanto che dopo il gol contro l’Argentina in semifinale Giannini lo rincorre al grido di: “Totò, che culo che c’hai!”

Purtroppo però un altro argentino, dai lunghi capelli biondi, che non ha mai giocato né col Napoli né con la Juve, mette fine alle notti magiche e al rapporto tra Maradona e l’Italia. E dopo un’ottima prima stagione proprio alla Juventus e il Mondiale, anche la stella di Totò Schillaci smetterà però presto di brillare.

Gli Scudetti al Sud, la Sicilia di Totò, gli argentini, il Vesuvio – Napoli-Juve ci fa volare altissimo e forse gli spunti sono troppi per un solo articolo! – tutto ci porta ad aprire una nuova storia, quella della nuova El Dorado del vino italiano, al Sud, su un altro vulcano.

Se la rivincita calcistica del Sud comincia dalla punizione di Maradona, l’affermazione enologica più cristallina del Sud degli ultimi tempi è di sicuro quella dell’Etna.

Da qualche anno per molti la “Borgogna d’Italia”, su cui molti, anche dal Nord stanno investendo, e che produce, secondo noi, con alcuni tra i migliori bianchi italiani e del mondo. Un territorio unico, da ammirare e amare, ormai affermato a livello globale. Nello stesso anno di Italia ’90 Benanti, cantina che ha “reinventato” la storia recente del territorio, imbottigliava il primo Pietra Marina, bianco mitologico che non può sfuggire ai winelover a caccia di emozioni. Minerale, agrumato, balsamico, capace di “sfidare” con successo gli anni. Poi, per chi volesse provare bottiglie di realtà “vulcaniche” più recenti, ne citiamo altre due, il Bianco Alta Mora di Cusumano, polposo e verticale, e il vellutato e fresco Rosso Calderara di Tornatore.

L’affermazione del vino del Sud è un fatto, noi l’abbiamo raccontata attraverso due vulcani. E, a proposito di eruzioni, chissà quale potrebbe essere l’esplosione, di gioia, a Napoli o a Torino per chi vincerà il big match di giornata. Nel frattempo, il Napoli si gode il titolo di campione d’inverno, sarà l’anno buono per la banda Spalletti e il duo delle meraviglie georgiano-nigeriano o sarà la concretezza della Vecchia Signora, con il “corto muso” allegriano a spuntarla? Noi, umili appassionati eno-calcistici, ci godremo la sfida di alta classifica con un vino che più verticale non si può. E fuochi d’artificio siano!

Tre Stelle

DAL PESCATORE***
Runate – Mantova

PIAZZA DUOMO*** 
Alba – Cuneo

DA VITTORIO *** 
Brusaporto – Bergamo

VILLA CRESPI*** 
Orta San Giulio – Novara

Due Stelle

HARRY’S PICCOLO**
Trieste

D’O**
Cornaredo – Milano

CASTEL FINEDINING RESTAURANT**
Dorf Tirolo – Merano – Bolzano


Una Stella

PIAZZETTA MILÚ*
Castellammare di Stabia – Napoli

LUX LUCIS RISTORANTE*
Forte dei Marmi – Lucca

VILLA MAIELLA*
Guardiagrele – Chieti

RISTORANTE CRACCO IN GALLERIA*
Milano

RISTORANTE IL GALLO CEDRONE*
Madonna di Campiglio – Trento

DEL CAMBIO*
Torino

IL DESCO*
Verona

DUE COLOMBE*
Borgonato – Brescia

RISTORANTE BORGO SAN JACOPO*
Firenze

MATERIAPRIMA*
Pontinia – Latina

 
Ristorante etnici – Fusion

BA RESTAURANT
Milano

NOBU
Milano

MOI OMAKASE
Prato



Fine Dining

FOCOLARE
Livigno – Sondrio

AL MALÓ CUCINA E MISCELAZIONE
Rovato – Brescia

ENOTECA BRUNI
Firenze

A_GRILLO RESTAURANT & WINE
Imperia

RISTORANTE UMBERTO A MARE
Forio – Napoli

RISTORANTE BILACUS
Bellagio – Como

QUELLENHOF GOURMETSTUBE 1897
San Martino – Bolzano

SENSO LAKE GARDA BY ALFIO GHEZZI 
Limone Sul Garda – Brescia

RISTORANTE DEL LAGO
Bagno di Romagna – Forlì-Cesena

BLEND 4
Azzate – Varese

Osterie – Trattorie

TRATTORIA DI CORONATE
Morimondo – Milano

TRATTORIA VISCONTI
Ambivere – Bergamo

LO STUZZICHINO
Massa Lubrense – Napoli

ABRAXAS OSTERIA
Pozzuoli – Napoli

RISTORANTE CONSORZIO
Torino

TRATTORIA FALCONI
Ponteranica – Bergamo

TRATTORIA SERENELLA LE TRE LASAGNE
Vignale Monferrato – Alessandria

TRATTORIA DI CAMPAGNA
Sarre – Aosta

LA SALA DEL VINO
Milano

CANTINA PIEMONTESE
Milano

 

Bistrot

ENOTECA MALANDRINA
Valeggio Sul Mincio – Verona

LA PIOLA
Alba – Cuneo 

EL MOLIN BISTROT
Cavalese – Trento

EST ENOSTERIA SOCIALE
Milano 

LUCIANO CUCINA ITALIANA 
Roma

BLOW UP ENOTECA & CAFÈ BISTROT
Lainate – Milano

RISTORANTE CAFFÈ DELL’ORO
Firenze

FABBRICA ENOTECA RISTORANTE
Vibo Valentia

#PERMEEUGUALE BY FOOD FIGHT CLUB
Bologna

DAL ZOVO CANTINA & BISTROT
Verona

 

Wine bar

ENOTECA BALDI
Panzano in Chianti – Firenze

TAVERNA DEL GUSTO
Piacenza

IL  WINE BAR TRIMANI
Roma

VINIAMO ENOLAB FOLIGNO
Foligno – Perugia

DI SOTTO WINE BAR
Rende – Cosenza

ENOTECA ASSETATI
Asti

FLOR
Milano

BRYLLA 
Milano

ENOTECA QUATTRORUOTE
Montalto di Castro – Viterbo

ANTICO CAFFÈ
Calestano – Parma

 

Ristorante di Hotel

HOTEL PLAN DE GRALBA
Selva di Val Gardena – Bolzano

RISTORANTE BORGO ANTICO VILLA QUARANTA
Pescantina – Verona

FIOCCO DI NEVE RELAIS E SPA 
Limone Piemonte – Cuneo

ALDENTE RESTAURANT
Aosta

RISTORANTE SAINT HUBERTUS RESORT
Breuil-Cervinia

RESORT NANDO AL PALLONE
Vitorchiano – Viterbo

CYPRIANERHOF DOLOMIT RESORT
Tires – Bolzano

RISTORANTE “LE JARDIN DE RUSSIE”  PRESSO HOTEL DE RUSSIE
Roma

THERASIA RESORT SEA & SPA
Isola di Vulcano – Messina

RELAIS & CHÂTEAUX CASTEL FRAGSBURG 
Merano – Bolzano

 

Pizzeria

LA PIEDIGROTTA VARESE
Varese

TRAPIZZINO
Roma

QUATTRO GATTI
Verdello – Bergamo

BOLLE PIZZERIA IN CANTINA
Monza

IL CORSO BOLZANO – PIZZERIA CONTEMPORANEA
Bolzano

DA EZIO
Alano di Piave – Belluno

VICO PIZZA & WINE
Roma

PIZZERIA GALILEO GALILEI
Trani – Barletta-Andria-Trani

S’OSTERIA 38
Acquapendente -Viterbo


Enoteca

PECK
Milano

 

Distribuzione

PELLEGRINI S.P.A.

 
Wine Shop online

VINO.COM

 

Catena di ristorazione

EATALY SMERALDO
Italia

BEST ITALIAN WINE SELECTION

RPM RESTAURANT 
Las Vegas, USA

ENOTECA RIVIERA 
Zurigo, Svizzera

DIVINO
Bangkok, Thailandia,

8 ½ OTTO E MEZZO BOMBANA
Hong Kong

IL FIORINO
New York, USA

PARK CHINOIS
Londra, Inghilterra

VINERIA DEL PONTE 
Lubiana, Slovenia

HAY WINES  
Londra, Inghilterra


PREMI SPECIALI

 

PREMIO SPECIALE PROSECCO DOC MIGLIOR SOMMELIER DELL’ANNO 2023

MARCO REITANO
LA PERGOLA*** ROME CAVALIERI – A WALDORF ASTORIA HOTEL, ROMA

 

PREMIO SPECIALE FRECCIANERA ALLA MIGLIOR CARTA DEI VINI SELEZIONE BOLLICINE

ALBERTO TASINATO
RISTORANTE L’ALCHIMIA* MILANO

 

PREMIO SPECIALE VENDEMMIE “MIGLIOR SOMMELIER UNDER 30 2023”

JESSICA ROCCHI
Ristorante Andrea Aprea* Milano

 

PREMIO SPECIALE ALLA CARRIERA “ECCELLENZA ITALIANA”

DAVIDE RAMPELLO
Direttore Artistico e Manager Culturale

 

PREMIO SPECIALE CARREFOUR – ANNATA 2.0: UN NUOVO LINGUAGGIO DEL VINO

Zonin 1821

 

PREMIO SPECIALE VENDEMMIE “INNOVAZIONE E CONTEMPORANEITÀ”

WINESTORE – BOLZANO



Tre Stelle

Piazza Duomo
Le Calandre
Enoteca Pinchiorri


Due Stelle

La Peca
Castel Finedining Restaurant
D.O


Una Stella

D.One Ristorante Diffuso
Borgo San Jacopo
Romano
Ristorante La Bandiera
Piazzetta Milu’
Inkiostro
Aminta Resort
Per Me – Giulio Terrinoni
Osteria Di Passignano
Villa Maiella


Fine Dining

Blend4
Osteria Le Logge
Ristorante Opera Torino
La Bullona
Summit Restaurant
Enoteca Bruni
Langosteria
Senso Lake Garda
Cucine Nervi
Immorale
La Bottega Di Parigi


Osterie – Trattorie

Ciz Cantina E Cucina
Osteria Dal Cinon
Caffe’ La Crepa
Il Santo Bevitore
Trattoria Falconi
Fattoria Conca D’oro
Locanda Belvedere
Osteria La Coniglio Bianco
Osteria A Porto D’oglio


Bistrot

Villa Garassino
3k Wine
142 Restaurant
Caffe! Dante
Franceschetta 58
Biosserì
Al Carroponte
El Molin
Mix Bistrot


Wine bar

Dal Zovo
Brylla
Enoteca Baldi
Tannico Wine Bar
Vineria Portofranco
Antico Caffe
Helena Wine Boutique
Disotto Winebar
Sala Del Vino
Il Wine Bar Trimani
Le Volpi E L’uva


Ristorante di Hotel

Capofaro Locanda E Malvasia
Baita Fraina
Ristorante Posta Marcucci
Ristorante Borgo Antico
Antica Dimora Del Gruccione
Agriturismo Ferdy
Engel Gourmet
Therasia Resort


Pizzeria

Grigoris
Sant’isidoro


Ristorante etnici – Fusion

L’angelo Cucina Fusion
Ba Restaurant
Cinta Rasa
Nojo
Serendepico
Moi Omakase
Bad Schörgau

Enoteca

Taverne Del Gusto
Vinoteca Al Chianti
Enoteca Decantami
Roscioli

Distribuzione

Partesa
Pellegrini
Le Caves Des Pyrenne


Supermercati

Esselunga
Iper (Rozzano)


Wine Shop online

Tannico
3kwine


Catena di ristorazione

Signorvino
Trapizzino

Tre Stelle

St. Hubertus
Enoteca Pinchiorri


Due Stelle

Ristorante Caino
Ristorante Il Pagliaccio
Dani’ Maison
Harry’s Piccolo
Antica osteria Da Cera
La Madernassa Ristorante & Resort
La Trota
Terra
Castel Fine Dining Restaurant


Una Stella

Del Cambio
Trattoria al Cacciatore de La Subida
Re Maurì
La Bandiera
La Caravella dal 1959 Ristorante-Museo
Hyle
Apostelstube
Piazzetta Milù
Ristorante Il Pellicano


Fine Dining

Langosteria
Le Petit Bellevue e il ristorante Bellevue con la sua terrazza
Ristorante Andrea Aprea
Ristorante del Lago
Wood
Blend4
Enoteca Bruni
Ristorante 3K
Rinaldi al Quirinale
Ristorante Miil


Osterie – Trattorie

Enoteca Marcucci
Abraxas Osteria
Trattoria di Coronate
Trattoria di Campagna
Ciz Cantina e Cucina
Civico 25
Trattoria Serenella Le Tre Lasagne
La Brinca
Enoteca della Valpolicella
Trattoria Falconi


Bistrot

Al Carroponte
Luogo Divino Wine Bistrot
Franceschetta 58
Luciano Cucina Italiana
El Molin Bistrot
Taverna dal Conte
uovodiseppia Milano
Cucina.Eat
Mix Bistrot
Caffè dell’Oro


Wine bar

Enoteca Baldi
Taverna Del Gusto
La Sala Del Vino
Enoteca Quattroruote
Antico caffè
Onest
Di sotto Wine Bar
Helena
Il Wine Bar Trimani
Cafè Demetz


Ristorante di Hotel

Ristorante L’Angolo D’Abruzzo
Therasia Resort Sea & Spa
Fiocco di Neve Relais & Spa
AO Restaurant
Santre Dolomyths Home
Winkler Hotels
Hotel Quelle
Pineta Nature Resort
Hotel Plan de Gralba
Hotel la Perla


Pizzeria

Pizzeria Salvo
Trapizzino La Vineria
Il Casaletto Agripizzeria
Da Ezio
Enosteria Lipen
Apogeo
Vurria
Il Corso
Ristorante Pizzeria dell’Angolo


Ristorante etnici – Fusion

Moi Omakase
Mu Dim Sum
Gong Oriental Attitude
Ristorante Serendepico
Cinta Rasa
Ba Restaurant
Bentoteca Milano

 


Enoteca

Vinoteca al Chianti


Distribuzione

Pellegrini


Wine Shop online

3K Wine


Catena di ristorazione

Trapizzino